Storie di ordinaria follia tra calcio e leggi assurde: l’Assata Shakur

Posted 15/11/2011 15:20 by with 179 comments

Quello che riportiamo in calce è un articolo che riassume molto bene la vicenda della Assata Shakur (adesso temporaneamente rinominata Konlassata), una squadra di terza categoria dilettanti obbligata a cambiare nome e il cui animatore principale si è visto condannare a 5 anni per violazione del DASPO per aver accompagnato la squadra in panchina. Una storia di ordinaria follia che spiega molto bene perché garantire ampia discrezionalità alle forze dell’ordine nelle decisioni che limitano la libertà delle persone (come le diffide) anziché pretendere una decisione di un organo giudicante è uno dei difetti più gravi delle recenti legislazioni in merito ai reati da stadio. Non ci vuole molto a capire che la storia di Assata Shakur e di Alessio Abram sono emblematiche dello scarso buon senso con cui può essere presa una decisione quando ci si lascia guidare dall’istinto legalitario e repressivo. Ringrazio anticipatamente Sergio Sinigallia e Il Manifesto dove l’articolo è stato pubblicato.

“Cosa c’entra un club di livello mondiale come l’Inter con una sconosciuta Polisportiva di provincia composta da volenterosi dilettanti? Apparentemente nulla. Invece non è così. Agli inizi, più o meno, della dittatura fascista l’allora Internazionale fu obbligata dal regime a cambiare il nome in Ambrosiana Inter, perché Internazionale richiamava un altro tipo di squadra e non ci vuole molto per capire quale. I dirigente neroazzurri dovettero piegarsi al diktat del Duce. Dopo molto tempo c’è qualcun altro che ha deciso che un nome dato ad una squadra non va bene e va cambiato. La brillante idea è venuta alla Federazione gioco calcio delle Marche lega dilettanti che, appunto, ha intimato alla Polisportiva Assata Skakur di Ancona, terza categoria, di cambiare denominazione perché si tratta del nome di una «terrorista». Assata ha oggi 61 anni, vive a Cuba dove fu accolta come rifugiata politica nel 1984. Militante delle Pantere Nere, fu imprigionata negli anni settanta e riuscì ad evadere nel 1979. Cinque anni dopo l’arrivo nel paese caraibico. Ma il casus belli di tutta la questione è provocato da Alessio Abram, 43 anni, figura storica del tifo anconetano, da anni impegnato nei movimenti sociali. A dire il vero Alessio è vittima di una storia piuttosto kafkiana. Lo incontriamo al Teatro delle Muse di Ancona dove si sta svolgendo una grande assemblea di solidarietà con gli operai del Cantiere Navale.

La nostra esperienza nasce nel 2001 per iniziativa di un gruppo di tifosi della curva nord e di alcuni ragazzi del centri sociali. Dopo aver letto il libro autobiografico di Assara Shakur rimaniamo colpiti dalla sua storia, dalla sua infanzia contrassegnata dall’intolleranza razziale, e nello stesso tempo dalla scelta di lottare contro le ingiustizie in nome di tutte le minoranze». Nel 2003 si decide di dare vita alla vera e propria Polisportiva. Alessio è cintura nera di karate e inizia corsi di difesa personale aperti a tutti. «Ci siamo resi conto che l’ambito sportivo facilitava l’aggregazione, aiutava a rompere le barriere culturali fra le varie etnie presenti nel territorio». Già prima che nascesse la Polisportiva, nel 2002, si tiene la prima edizione del torneo di calcetto che coinvolge le comunità straniere locali. E il torneo diviene un vero e proprio “mundialito”. «Nell’edizione del 2010 abbiamo contato 2000 spettatori, 24 squadre partecipanti e 450 giocatori di varie etnie». Un evento che è sponsorizzato da Regione, Provincia e Comune. Ma soprattutto una esperienza che, insieme all’attività della palestra popolare, ha facilitato il crollo delle barriere. «Agli inizi ognuno giocava nella squadra del suo gruppo di provenienza. Con il passare del tempo c’è stata una felice “contaminazione” e nelle ultime manifestazioni le nazionali pur mantenendo il nome formale hanno giocatori vari, per cui nella Bolivia trovi algerini, senegalesi, ecc. Il problema della integrazione non riguarda solo italiani e stranieri, ma anche le varie comunità e noi abbiamo dato un buon contributo per superare le rivalità e le incomprensioni».

E veniamo alla cronaca di questi giorni. «A luglio dopo il mundialito 2011 abbiamo deciso di iscriverci al campionato di terza categoria dilettanti. In tutta fretta abbiamo tesserato 12 ragazzi e iniziato il campionato con grande entusiasmo. Fino ad ora abbiamo perso tutte le partite, ma per noi l’importante è portare una mentalità nuova, di rispetto. Alla fine di ogni partita facciamo il “terzo tempo” e invitiamo i giocatori dell’altra squadra ad un piccole rinfresco, cosa molto apprezzata». Ma all’ultima partita avviene qualcosa di assurdo. «Premetto – dice Alessio Abram – che come Polisportiva non abbiamo mai avuto particolari problemi. Addirittura nel 2003 il Football Against Racism in Europe (Fare) ci ha assegnato un premio prestigioso come felice esempio di integrazione tra le varie culture. E invece sabato 29 ottobre mentre assistevo, in qualità di Presidente della Polisportiva e della squadra di calcio, nonché di dirigente accompagnatore, ad un incontro del campionato si sono presentati alcuni agenti della squadra anticrimine che hanno contestato la mia presenza in panchina visto che ero sottoposto al Daspo». Alessio fa presente che ha tutti i diritti ad essere lì in quanto dirigente del team e che soprattutto il provvedimento di restrizione (dovuto non a un episodio di violenza ma per aver raccolto un fumogeno durante un incontro dell’Ancona), non può riguardare il campionato di dilettanti. Per tutta riposta riceve l’obbligo di presentarsi in questura appena terminata la partita. «Dopo aver accompagnato i ragazzi mi sono presentato al commissariato dove mi hanno tratto in arresto e portato al carcere di Ancona. Mi sono fatto due giorni di prigione e lunedì al processo il giudice non ha potuto esimersi dal condannarmi a cinque mesi di reclusione, a cinquemila euro di multa e ad altri due anni di Daspo. Ho fatto ricorso perché ci sono sei casi analoghi al mio. Tre si sono conclusi a favore dell’imputato, tre contro». Dulcis in fundo la Federazione, su informativa della questura, ha deciso che il nome Assata Shakur non era politicamente corretto e ha praticamente rifatto il processo dopo 40 anni, chiedendo alla società, perentoriamente, di cambiare il nome altrimenti non avrebbe potuto continuare il campionato. «È bene tenere presente che in Italia Assata non è considerata una “terrorista” perché non rientra nella classificazioni internazionali ma in quelle statunitensi. In ogni caso noi siamo nati nel 2001, mentre la Shakur è stata inserita nella liste della Fbi nel 2005». Chissà se in Federazione sanno che poco tempo fa su La Repubblica un articolo raccontava come nel campionato di seconda categoria del napoletano una squadra che scendeva in campo con una bella croce celtica sulla maglia non è stata sospesa ma solamente obbligata a cancellare la croce.

In ogni caso proprio mentre scrivevamo queste righe Alessio ci ha telefonato per dirci che hanno deciso, momentaneamente, di cambiare il nome alla squadra in Konlassata. Evidente l’ironia. «Noi ci arrendiamo e aspettiamo l’esito del ricorso – dice con risolutezza Alessio – Lo abbiamo fatto solamente per consentire ai ragazzi di continuare a giocare». E a fare il terzo tempo.”

 

_NERO

_nero
  • Facebook
  • Twitter
  • Google+
  • Gmail
  • Facebook
  • Twitter
  • Google+
  • Gmail
Politics, football and the usual Italian shite. No future, no peace!

179 responses to Storie di ordinaria follia tra calcio e leggi assurde: l’Assata Shakur

  1. Anonymous November 15th, 2011 at 15:21

    13° scudetto!

       

  2. Anonymous November 15th, 2011 at 15:30

    iuve merda,

    senza dimenticare il milan eh

       

  3. Anonymous November 15th, 2011 at 15:31

    3° come il Bilan nel 2011…

       

  4. Downo November 15th, 2011 at 15:31

    Paulinen Platz

       

  5. Anonymous November 15th, 2011 at 15:32

    Inter, 1° ovviamente !!!!

       

  6. Anonymous November 15th, 2011 at 15:32

    Sono un inguaribile ottimista…
    Ciao, ragazzi e…. Forza Inter

       

  7. Cicoria November 15th, 2011 at 15:34

    pezzo molto interessante, bravo Nero

       

  8. Anonymous November 15th, 2011 at 15:47

    bello..bravo nero a riportare la notizia..
    Internazionale = integrazione tra le culture

       

  9. Downo November 15th, 2011 at 15:49

    Chissà Franchino a chi dedica la sua squadra di calcio…
    Vabbè, poi dopo questo lo cancello

       

  10. _nero November 15th, 2011 at 15:50

    Non lo vuoi sapere. Cmq a gente molto meno meritevole di Assata. :)

       

  11. Vernauta November 15th, 2011 at 15:54

    Eppure Assata Shakur è un nome bellissimo.
    Suona magnificamente
    Come Bandar Abbas, anche se, magari, è un posto di mmerda.
    MA che c’entra? Conta la bellezza …

       

  12. Anonymous November 15th, 2011 at 15:55

    Trovo cmq di dubbio gusto intitolare una squadra ad una persona condannata per l’omicidio di un agente ed evasa dal carcere….

       

  13. Vernauta November 15th, 2011 at 15:55

    Ah, dimenticavo: j**e mmmerda

       

  14. CattivoTenente November 15th, 2011 at 15:55

    Il fatto di aver dovuto cambiare il nome sotto la dittatura fascista, rimane per me Interista motivo di infinito orgoglio e distinzione sportiva. Quindi massima solidarietà e rispetto all’ Assata Shakur.

       

  15. stooge70 November 15th, 2011 at 15:56

    assurdo
    ero ad ancona in questo weekend ho letto i titoli sui giornali locali..
    come la presentavano sem,brava la storia di un teppista che faceva il furbo…
    interessante…

       

  16. AngelOne November 15th, 2011 at 15:58

    vista l’onestà con cui si qualifica questa polisportiva e le attività di grande solidarietà che mettono in atto
    offriamo loro l’opportunità di chiamarsi Piccola Internazionale

       

  17. Downo November 15th, 2011 at 16:00

    Vernauta
    sai che se si cerca fabbricainter da newyork la prima cosa che viene fuori è il tuo profilo twetter?

       

  18. Anonymous November 15th, 2011 at 16:03

    Secondo me ha ragione la federazione anche se doveva svegliarsi prima; poco importa se Assata sia negli elenchi internazionali o statunitensi; lo sport non dovrebbe essere contaminato da idealismi o fanatismi politici. Lontano la politica dagli stadi, per carità.
    Per quanto riguarda il daspo concordo col giudice. Si tratta di un provvedimento debole applicato per fatti gravi e quindi sono favorevole a una interpretazione estensiva; non vedo perché i campi dei dilettanti dovrebbero ospitare elementi colpiti da daspo.
    Cambino nome e ne scelgano uno più bello e “sportivo”.

       

  19. Anonymous November 15th, 2011 at 16:05

    Resto convinto che per quanto uno si informi e cerchi di capire è veramente difficile filtrare la passione politica dal terrorismo. E’già tanto difficile farsi un’idea obiettiva del terrorismo/partigianesimo (dipende dai punti di vista) di casa nostra, figuriamoci di quello di altri stati e altre culture.
    Personalmente sono molto infastidito dalle odi agli Etarra e dalle bandiere basche che vedo nei cortei della sinistra per cui voto, così come fatico a simpatizzare con quelli dell’IRA. Black panthers e PKK sembrano più nel giusto, ma sempre di omicidi si macchiano.
    E allora che bisogno c’era di andare a connotare politicamente, con un personaggio controverso come Assata Shakur, un’idea buona come quella della squadra di cui racconti?

    Detto ciò concordo con la tua opinione sulla’assurda discrezionalità delle forze dell’ordine

       

  20. Anonymous November 15th, 2011 at 16:06

    Un’altra testimonianza dello stato di polizia in cui viviamo

       

  21. Downo November 15th, 2011 at 16:06

    Su Paulinen Platz nessun like
    Ignoranti! :)

       

  22. Anonymous November 15th, 2011 at 16:06

    Come sempre i nostri tribunali brillano per intelligenza ed opportunità.Certo che poi di nomi se ne potevano scegliere anche altri.

       

  23. stooge70 November 15th, 2011 at 16:10

    la butto là
    e se si fosse chiamata Željko Ražnatović?
    dipende da che “lato” si guarda la cosa?
    sono di sinistra, e i partigiani non sono la stessa cosa dei repubblichini, però….

       

  24. Downo November 15th, 2011 at 16:10

    Come noto anche dai commenti, il tutto resta sotto quell’ottica chiamata Apologia di Reato
    A prescindere dai giudizi personali sul caso in questione, essa si compie se contraria al nostro ordinamento giuridico
    Ora, qui, dove sta il problema?
    Lo chiedo seriamente, eh
    Chè magari sono io che non ho capito

       

  25. Downo November 15th, 2011 at 16:11

    Tipo
    Ardeatina Football Club?

       

  26. Anonymous November 15th, 2011 at 16:12

    Secondo me lo sport e la politica meno si incontrano,meglio è(per lo sport).Poi,chiaro che è peggio intitolare la propria squadra a Benito

       

  27. Nozdrev November 15th, 2011 at 16:13

    Non vogliono colpire il nome o la persona, vogliono colpire l’opera.

       

  28. stooge70 November 15th, 2011 at 16:14

    che poi, come insinua forse nero, una squadra intitolata ad ARKAN o a MUSSOLINI non avrebbe avuto tutti ‘sti casini ci sta pure in questo paese di m..
    possiamo rivolgerci al TAR per “disparità di trattamento”
    ;-)

       

  29. Anonymous November 15th, 2011 at 16:14

    Infatti ripeto pessimo gusto…
    già che c’erano potevano chiamarlo “Cesare Battisti UTD”…

       

  30. Anonymous November 15th, 2011 at 16:15

    Buuuuuu comunisti comunisti buuuuuuuuuuuuuu

       

  31. stooge70 November 15th, 2011 at 16:18

    che quando ho letto il nome ho detto..
    “ma pensa ‘sti zozzi, chiamare una squadra come un GANGSTA RAPPER”

       

  32. Downo November 15th, 2011 at 16:19

    Ecco, insomma
    Quello che voglio dire in sintesi è: questo è reato
    Quello no
    Lasciando perdere Abram che era uno dei più in vista del CACN ai tempi; quando ancora si picchiavano coi Rangers pescaresi e l’Armata Rossa perugina per vedere chi era più a sinistra di tutti

       

  33. _nero November 15th, 2011 at 16:23

    De gustibus. Però ridurre Assata Shakur all’essere “comunisti” mi pare un po’ limitato dal punto di vista storico. Sarebbe come dire che Gandhi era un “democristiano” :(

       

  34. Downo November 15th, 2011 at 16:23

    Ma se uno chiama la propria squadra Andrea Agnelli
    Fa apologia di belato?

       

  35. _nero November 15th, 2011 at 16:26

    Appunto non sono la stessa cosa. Questa idea che compiere un reato definisce le cose nella stessa maniera sia che lo si faccia per ragioni giuste che per ragioni sbagliate è uno dei mali della società.
    Mi spiace ma intitolare la squadra a una persona che ha lottato (magari con metodi che alcuni non condividono) per la parità delle persone di colore e per i loro diritti civili, non è la stessa cosa che intitolarla a un gerarca nazista o a uno che ha fatto dello sterminio di un’altra etnia un punto d’onore.

    E che diamine.

    Cmq mi interessava leggere il dibattito.

       

  36. _nero November 15th, 2011 at 16:27

    Ho capito: lui può essere chi vuoi tu, ma ti pare normale dare 5 anni di carcere a uno perché ha accompagnato la sua squadra di dilettanti in panchina (anche se aveva il DASPO)? A me pare lievemente distante da un paese che ritiene di rispettare i dirittivi civili e le libertà individuali. no?

       

  37. stooge70 November 15th, 2011 at 16:29

    nero
    credo che tu abbia capito che “ideologicamente” siamo vicini.
    e io assata (che non conoscevo) o mumia o altri li considero attivisti.
    però.
    mi chiedevo solo se il “bene” è sempre da una parte e il “male” sempre dall’altra anche a parità di azioni…
    se a milano nascesse una SERGIO RAMELLI fc come ti porresti?
    boh, mi sa che sto invecchiando e che fra un po’ dirò anche io che i ragazzi di salò erano “giovani che sbagliavano” e che anche DARIO FO era un republichino…

       

  38. franconero November 15th, 2011 at 16:36

    premesso che non conoscevo il personaggio dell’articolo

    ma comunque mi pare una storia di altri tempi, quella della rifugiata intendo, come mille altre di quella epoca

    mi sfugge come gli è girato invece agli anconetani di chiamare una squadra con quel nome, che voleva significare?

       

  39. cuchu November 15th, 2011 at 16:36

    Mi piacciono un sacco questi approfondimenti à la Sfighe.

       

  40. Downo November 15th, 2011 at 16:38

    Appunto, appunto
    Questa è l’altra parte del discorso
    Per ora affrontavo la prima, che mi innervosisce meno

       

  41. Downo November 15th, 2011 at 16:40

    Gli anconetani che facevano parte del Collettivo Autonomo hanno sempre avuto questi tipi di debolezze :)

       

  42. cuchu November 15th, 2011 at 16:42

    Io vorrei far notare che sul tg di Raisport si da conto del ricorso bjuve, poi contrasto tra Figc e Bjuve (hanno pestato una fece) dunque di reazione di moratti (sono pavidi alla RAI) e poi, dulcis in fundo.. 
    Galliani innamorato di Drogba. CHe arriva gratis, gne gne gne. Galliani che ha sempre ritenuto Berlusconi il suo presidente.

    VOi avete sempre la certezza di chi sia il vero nemico?

       

  43. Downo November 15th, 2011 at 16:43

    Io sì

       

  44. Anonymous November 15th, 2011 at 16:44

    Ci sarebbe tanto da scrivere su come sono stati processati Assata e/o Mumia Abu Jamal
    e considerare in quale contesto hanno vissuto.

    Ma al di là di questo (non basterebbero mesi per parlarne) la vicenda è molto indicativa del nostro paese.E qui non ci sarebbe da parlare per mesi ci sarebbe da fare.E subito.

    Grazie nero per aver riportato l’articolo

       

  45. cuchu November 15th, 2011 at 16:45

    tu sei d’accordo con me, che c’entra.

       

  46. _nero November 15th, 2011 at 16:45

    La contesterei, ma onestamente non vedrei come fosse possibile impedirgli di usare il nome. La contesterei per quello che rappresenta, ma non andrei da un giudice a chiedergli di dare 5 anni al pirla che ha scelto quel nome. Onestamente.

       

  47. _nero November 15th, 2011 at 16:45

    Io ho almeno DUE nemici. Per volta e per ambito. :)

       

  48. Downo November 15th, 2011 at 16:45

    Che ne so?
    Il TAR che dice?

       

  49. AngelOne November 15th, 2011 at 16:46

    Drogba?

       

  50. Downo November 15th, 2011 at 16:46

    Gne gne gne

       

  51. Nozdrev November 15th, 2011 at 16:47

    i batteri che si mischiano nel cestone?

       

  52. franconero November 15th, 2011 at 16:48

    5 anni solo a Moggi si augurano, concordo

       

  53. Downo November 15th, 2011 at 16:48

    Triplo like virtuale
    Livelli di spettacolo non accessibili a tutti

       

  54. cuchu November 15th, 2011 at 16:49

    Secondo me ha un nome che suona esotico, avrà fatto venire a qualche bambino la curiosità di leggere qualcosa, o al massimo di ascoltare Tupac.

    Vorrei capire la pericolosità in Italia della propaganda Nera (afro-americana) anni ’70.

       

  55. interclaudia November 15th, 2011 at 16:50

    Non ho tempo di commentare ma ne ho per perplimermi.
    Ma proprio molto molto perplimermi.
    E anche un po’ indignarmi.
    Robe da matti.

       

  56. Downo November 15th, 2011 at 16:51

    The Revolution will not be televised
    Sorry

       

  57. interclaudia November 15th, 2011 at 16:51

    C’è posto anche per due veri nemici eh, che guardacaso tra loro sono amici.

       

  58. stooge70 November 15th, 2011 at 16:52

    nero. ho letto male o i 5 anni glieli hanno dati per una storia di tifo per l’ancona?

       

  59. franconero November 15th, 2011 at 16:54

    pure all’epoca mia gli autonomi hanno sempre fatto più il male del movimento piuttosto che il bene, come i 4 cojoni che hanno fatto casino a roma un mese fa, facendo passare la protesta di decine di migliaia altre persone in sottordine (le PI non aspettavano altro che vedere un cretinetti rompere una statua di gesso) ma, mentre qui si commentavano i black-block, in tutto il mondo si protestava civilmente e si faceva proselitismo e ci si faceva intervistare (bella intervista da madrid, dove si parlava di valori umani e del denaro che ci vuole merci) qui a roma si è finiti come all’epoca, a menarsi tra manifestanti stessi

       

  60. Nozdrev November 15th, 2011 at 16:56

    sei capiente

       

  61. cuchu November 15th, 2011 at 16:56

    Ma poi non ho capito un dirigente della figc Marche era una sorte di gemello malvagio di Veltroni (Pizzabballa ma anche Al Gore) e segue pedissequamente i dettami della destra reaganiana?

    Si rendono conto questi mentecatti che l’inserimento nella lista FBI 26 anni dopo l’esilio è una sorta di divertissement compilativo compiuto in una delle epoche peggiori dell’amministrazione federale americana? Quando l’FBI era impegnata a intercettare tutti i mohammed o infiltrarsi nei gruppi pacifisti mentre lasciava allegramente liberi di agire los zetas e co. a sud e Madoff, lehman brothers etc. a NY?

       

  62. cuchu November 15th, 2011 at 16:58

    Io dico che la bjuve per quanto abbia un certo consenso popolare (che scemerà rapidamente) sia poco più che risibile, una fastidiosa mosca. Il Bbilan invece è una piovra gigante e in ottima salute.

       

  63. Nozdrev November 15th, 2011 at 16:58

    Il nome c’entra zero.

    “Ci siamo resi conto che l’ambito sportivo facilitava l’aggregazione,
    aiutava a rompere le barriere culturali fra le varie etnie presenti nel
    territorio”

    Più o meno è questa la cosa pericolosa.

       

  64. franconero November 15th, 2011 at 17:00

    add’uopo

       

  65. Paco_L November 15th, 2011 at 17:03

    it will, but only on cable TV so you have nothing motherfuckers are fucked once again

       

  66. cuchu November 15th, 2011 at 17:04

    patetici gerarchetti convinti di arginare il progresso dell’umanità via carte bollate?

    edit- per progresso non intendo il miglioramento, quanto il procedere dinamico della sua presenza sulla terra.

       

  67. cuchu November 15th, 2011 at 17:05

    Dexter l’altro ieri era a Kearney, mi sono emozionato tutto.

       

  68. Anonymous November 15th, 2011 at 17:07

    GRANDE

       

  69. Nozdrev November 15th, 2011 at 17:08

    Sì,
    probabilmente in questo caso è solo lo “zelo” di un singolo.

       

  70. cuchu November 15th, 2011 at 17:09

    #Pizzabballa 

    Il solo fatto che gli Stati Uniti siano ancora lì dopo segregazione, lacerazioni, linciaggi e omicidi mirati me li fa amare di più. Con un presidente nero ed un cialtrone ignorantissimo, ma nero nonetheless che probabilmente lo sfiderà l’anno prossimo.

       

  71. cuchu November 15th, 2011 at 17:12

    mi sto ingelosendo vieppiù, non sono capiente.

       

  72. Paolo November 15th, 2011 at 17:12

    Io Assata Skakur manco sapevo chi fosse, ma incontrassi una squadra che si chiama Polisportiva Antirazzista sono certo che al primo contrasto con l’immancabile Oba Oba Martins, dove lo mandano a fare in culo perché s’è buttato, salterebbe fuori un rissone perché ti danno del fascista/nazista.

       

  73. Downo November 15th, 2011 at 17:17

    Sappi che ti devo dei likes

       

  74. trofeissero® November 15th, 2011 at 17:20

    premesso che non conosco la storia in questione, mi piace l’argomento.

    ridicolo il daspo e poi con pene cosi’ pesanti..
    possibile che in sede di giustizia non sia stato possibile far pesare il paradosso?

    @Nozdrev:disqus i batteri che si mischiano nel cestone!!!!

    ma sei un grande!

       

  75. Anonymous November 15th, 2011 at 17:32

    Penso anch’io che la vicenda sia assurda e che ci vorrebbe un po’ di buon senso… Detto questo il termine “ha raccolto un fumogeno” mi sembra un po’ riduttivo per descrivere quello che e’ successo… almeno immagino…! Non e’ che si da’ il daspo per cosi poco…!

       

  76. prohaskister November 15th, 2011 at 17:33

    a proposito di politica,
    ma l’addio di silvia tra la commozione generale,
    è passato qui sotto silenzio?
    tutti presi dal processo di napoli,
    l’abbiamo un po’ snobbato,
    questa settimana,
    l’uomo più titolato ‘al mondo’…
    ha lasciato,
    come farà ora il geometra con meno appoggi governativi?

       

  77. Anonymous November 15th, 2011 at 17:35

    Brutta roba.
    Tutto il contesto, dico.
    La cosa di cui non mi capaciterò mai è il bisogno irrinunciabile che alcuni sentono, di mischiare per forza il calcio alla politica.
    E mi fermo qui per rispetto a  _nero, del quale apprezzo gli scritti, pur non condividendone le ideologie.
    Si voleva mettere su una squadra che avesse come emblema la lotta alle discriminazioni? Lodevolissima iniziativa. Che bisogno c’era di darle un nome equivoco? 
    Si è sottoposti al DASPO? Che bisogno c’è di andare in campo con la squadra?
    Poi, per carità: magari, a differenza der Pelliccia, stavi veramente “raccogliendo un fumogeno”.
    Ma perchè fare qualcosa che SAI che procurerà dei problemi e che getterà un’ombra su una lodevolissima iniziativa?
    Alle volte, davvero credo sia solo questione di intelligenza.

       

  78. stooge70 November 15th, 2011 at 17:38

    ma MONTI mi è juventino??

       

  79. Paco_L November 15th, 2011 at 17:43

    mo me lo segno

       

  80. interclaudia November 15th, 2011 at 17:47

    Un tempo anche il nome di Nelson Mandela era equivoco.
    E poi, scusa, uno a una squadra da’ il nome che preferisce, in Italia non puniscono nessuno di quelli che fanno apologia di fascismo che sarebbe reato costituzionale e si devono preoccupare di una forse non si sa terrorista degli anni 70 che nel 2005 l’FBI si e’ ricordata di inserire nelle liste dei terroristi?
    A favore di Assata Shakur si sono schierati tanti artisti, tanti attivisti non violenti, e’ un po’ un simbolo, poi uno puo’ essere d’accordo o meno, puo’ preferire altri simboli ma mica si puo’ discutere su questo.
    Mah…

    Poi questo Alessio non lo conosco e su di lui non mi esprimo.
    Ricordo pero’ che una volta Rui Faria ando’ in panchina al fianco di Jose’ Mourinho anche se era stato squalificato.
    Forse perche’ non era d’accordo con la squalifica, cosi’ come questo Alessio immagino non sia d’accordo con il Daspo che gli han dato, che poi non so neanche se si puo’ dare un Daspo a un dirigente sportivo in verita’, mi dovrei informare.

    La gestione del Daspo in Italia e’ una roba assurda.
    E non e’ che te lo puoi evitare se ti comporti bene perche’ per dire, se gli gira, magari lo danno anche a me solo perche’ mi casca a terra l’accendino e finisce per sbaglio in testa allo steward mentre a chi andrebbe dato non lo danno quasi mai.

       

  81. Anonymous November 15th, 2011 at 17:52

    Io non comprendo come sia possibile che in un paese con una miriade di problemi economici, sociali, culturali e chissà cosa altro, c’è sempre qualcuno che riesce a trovare tempo, voglia e modo di rompere le scatole con la propria intolleranza.

    QUi non vanno in galera quelli che dopano una squadra di calcio di serie A, e causano danni economici a migliaia di persone che spendono soldi e tempo a seguire un campionato falsato, ma ci si manda un tizio di squadretta di periferia che ha raccolto? tirato? acceso? un fumogeno.

    Vabbè.

       

  82. Anonymous November 15th, 2011 at 17:54

    Anche a favore di Cesare Battisti, in Francia e in Brasile (ma ne sono certo, anche in Italia) si è schierata un bel pò di gente.
    Ripeto: alla fine è questione di intelligenza. Se veramente stava a cuore il messaggio,  si rinunciava a qualcosina, e si continuava ad operare nel bene.
    Il muro contro muro serve solo a dividere.

       

  83. interclaudia November 15th, 2011 at 18:03

    Mi dispiace ma questa volta non sono d’accordo con te, ma proprio per niente.
    Io la mia squadra l’avrei chiamata in un altro modo. Ma non c’e’ proprio niente ma niente di strano nel chiamarla Assata Shakur.
    E se mi fai il paragone con Battisti e’ chiaro che non conosci bene la storia della Shakur, che non e’ fatta solo di politica ma prima di tutto di lotta alle discriminazioni contro i neri. E non tieni conto dei rapporti sulla polizia americana che menava sistematicamente i neri motivo per cui nacquero i pattugliamenti delle Pantere Nere.
    E’ una storia complessa, molto complessa.
    Ma decisamente e’ senza senso quello che hanno fatto ad Ancona, certamente non il fatto che uno che e’ militante politico magari anche estremista, ma son poi fatti suoi, ha pensato di chiamare la sua squadra di calcio Assata Shakur.

       

  84. interclaudia November 15th, 2011 at 18:07

    Ma poi che vuol dire questione di intelligenza?
    Esistono le leggi e i reati, l’intelligenza e’ una discriminante pericolosa quando si valutano queste cose.
    Anche camminare di notte con la minigonna e’ poco intelligente pero’ se poi ti violentano la colpa di chi e’?
    Perche’ e’ su questo piano che la stai mettendo.

       

  85. Anonymous November 15th, 2011 at 18:08

    Non devi dispiacerti d’essere in disaccordo con me.
    Caso mai devi dispiacerti del fatto che da stasera (ne sono pressocchè certo), il tuo concetto di me sia cambiato in peggio.
    E questo, a motivo di cose che col calcio non c’entrano una cippa.
    Come volevasi dimostrare.

       

  86. prohaskister November 15th, 2011 at 18:16

    il calcio (lo sport) con la politica non deve avere nulla a che fare.
    essendo per definizione un passatempo ricreativo,
    lo sport in teoria dovrebbe essere risparmiato da significati che vanno al di là
    della sua natura.
    da questo equivoco sorgono poi reazioni esagerate ed esagitate, come affliggere con un daspo una persona che credeva di essere propositiva e lungimirante.
    e poi, si sa che ogni singola persona trova sempre appigli per fare polemica su tutto, e che chi crede di essere nel giusto troverà sempre qualcuno che avrà da ridire su qualcosa.

       

  87. Le_Freak_So_Chic November 15th, 2011 at 18:16

    Uno dei motivi per cui si dovrebbe tener distinto lo sport dalle ideologie e’ questo …. Saluti . . .

       

  88. Anonymous November 15th, 2011 at 18:17

    La terra dei cachi…

       

  89. franconero November 15th, 2011 at 18:23

    che poi, a farla breve (la mia specialità in tanti campi)

    “collettivo autonomo” è un ossimoro

    nel senso che ai tempi miei, ma pure oggi vedo, quelli si sono sempre fatti i caxxi loro e basta

    aridanghéte

       

  90. interclaudia November 15th, 2011 at 18:29

    Ma la vita non è fatta a compartimenti stagni, tutte le cose sono collegate.
    _nero ha riportato una notizia in cui c’entra il calcio, c’entra la politica, c’entrano un sacco di cose.
    Il calcio è fortemente legato alla politica, dalle decisioni del palazzo romano che hanno salvato la Roma per anni, dal milan che aveva come presidente il presidente del consiglio, dagli ultras estremisti delle curve ai provvedimenti del ministro degli interni tipo la tessera del tifoso.
    Non ci si possono mettere i paraocchi e guardare solo quello che ci pare.
    Se tu sei convinto della tua opinione qual è il problema?
    Uno mica scrive per cercare dei fans, scrive per confrontarsi e capita anche che su certe cose non si sia d’accordo. Di certo da te non mi aspettavo un discorso così superficiale, dal mio punto di vista ovviamente, poi magari qualcun altro lo riterrà saggio.

       

  91. franconero November 15th, 2011 at 18:35

    cara, vuoi confrontarti con me?

    che ne ho viste di cotte e di crude

    in questo campo per destinazione

       

  92. trofeissero® November 15th, 2011 at 18:35

    eh comunque mi avete uggiso @nero_x:disqus 

       

  93. cuchu November 15th, 2011 at 18:37

    Palowsky esiste ancora

    Sapevatelo.

       

  94. cuchu November 15th, 2011 at 18:45

    Non è male sto Florenzi

       

  95. franconero November 15th, 2011 at 18:46

    non concordo con chi dice di fare steccati tra sport e politica

    la politica sta dappertutto, e civilmente si possono discutere le cose, bastano 2 semplici cose: essere intellettualmente onesti e non riportare informazioni di seconda/terza mano, ma basarsi su esperienze reali, vissute

    quella che è nociva è l’ideologia, che è fede cieca, un pò come il tifo, allora discutere ha poco senso, e si rischia di farsi male a vicenda, senza concludere nulla, se non prendersi reciprocamente per il Q

       

  96. trofeissero® November 15th, 2011 at 18:49

    quello che ci ha fatto gol il 5 maggio?

       

  97. Anonymous November 15th, 2011 at 18:50

    Buono assai. Mi gusta pure Crescenzi e trovo interessante anche il fratello di Melania Gabbiadini.

       

  98. Paco_L November 15th, 2011 at 18:51

    la fede e’ diventata cieca a furia di pasticciarsi…

       

  99. trofeissero® November 15th, 2011 at 18:53

    l’anzhi su rvp….
    avranno letto l’articolo di Mucio

       

  100. DocGonzo November 15th, 2011 at 19:01

    Triste perché l’iniziativa era molto intelligente, sinceramente non capisco la necessitá di dare proprio quel nome, che con l’INTEGRAZIONE non c’entra una sega, alla squadra.
    Personalmente a vedere una Polisportiva Željko Ražnatović (Sinisa allenatore, ovviamente) mi girerebbero abbastanza i coglioni.

       

  101. franconero November 15th, 2011 at 19:06

    molto probabile, almeno in campo religioso, si

       

  102. franconero November 15th, 2011 at 19:07

    concordo

    non capisco chi dice “vabbé ma che faceva?”

    no, i simboli sono importanti

    sono metà della “sostanza”

    come dice l’etimologia stessa

       

  103. interclaudia November 15th, 2011 at 19:14

    Continuate a fare paragoni che non c’entrano una cippa.
    Forse dovreste studiare un po’ la storia dell’integrazione razziale negli Stati Uniti prima di avventurarvi in improvvide analogie.

       

  104. interclaudia November 15th, 2011 at 19:19

    Chiaro che i simboli sono importanti ma per me non è questo il cuore del discorso.
    Non puoi far cambiare a qualcuno il simbolo che si è scelto perché non piace a te se non c’è un reato dietro.
    È reato chiamare qualcosa Assata Shakur? Questo è il punto.

       

  105. Anonymous November 15th, 2011 at 19:21

    no perchè? penso che oltre 100 commenti su un post “difficile” come questo siano assolutamente gratificanti.

    adesso magari mi banna ;)

       

  106. DocGonzo November 15th, 2011 at 19:29

    Eh certo, il Black Liberation Army, fulgido esempio di integrazione. Vabbé.

       

  107. franconero November 15th, 2011 at 19:30

    non mi dire che hai studiato tutto sui libri …

       

  108. Anonymous November 15th, 2011 at 19:30

    Il daspo lo puoi comminare anche a dirigenti sportivi.
    Così, solo per la cronaca, visto che te lo domandavi; chè poi lo so non era questo il cuore della questione.
    Ciao :)

       

  109. Paco_L November 15th, 2011 at 19:30

    no pero’ io ad Assunta Shakur comincio a fare dei distinguo….

       

  110. DocGonzo November 15th, 2011 at 19:33

    OT: ma di Eto’o che si rifiuta di giocare un’amichevole col Cameroon perché non gli han pagato 30mila euro se n’é parlato?

       

  111. Anonymous November 15th, 2011 at 19:35

    non trovo niente di male a caratterizzarsi, anche politicamente…
    la politica, le idee fanno parte della nostra vita…

    se poi…c’è reato lo si persegue… altrimenti…si potrà discutere un’iniziativa…ma niente più…

    imho

       

  112. Anonymous November 15th, 2011 at 19:37

    è stata una scelta di vita

    :D

       

  113. Nozdrev November 15th, 2011 at 19:39

    black power

       

  114. DocGonzo November 15th, 2011 at 19:41

    “E’ un progetto interessante”.

       

  115. interclaudia November 15th, 2011 at 19:43

    Certo negli anni 70 quando ero in fasce non avevo l’abitudine di andare in giro per gli States nei quartieri neri a farmi dare manganellate in testa dai federali ma in dieci anni di attivismo intenso per Amnesty International di gente che ha lottato per i propri diritti in ogni parte del mondo ne ho incontrata parecchia di persona da Estela Carlotto alla mia amica Gina Gatti.

       

  116. Paco_L November 15th, 2011 at 19:45

    Non sempre cio’ che e’ lecito e’ opportuno. Ad esempio scorreggiare in ascensore non e’ reato (ho scoperto) eppero’ e associato ad una fortissima disapprovazione (ho scoperto) A volte il buon senso basterebbe ma uno intelligente mi disse che se tutto il genere umano agisse secondo buon senso saremmo estinti da milioni di anni.

       

  117. franconero November 15th, 2011 at 19:46

    io la mia iniziativa l’ho fatta oggi: ho mandato una lettera con 2 centesimi (mole antonelliana) all’Ovino

       

  118. Anonymous November 15th, 2011 at 19:47

    sei sempre avanti…   :D

       

  119. interclaudia November 15th, 2011 at 19:50

    Non lottavano per l’integrazione ed erano violenti ma lottavano contro i soprusi che subivano e non possono certo essere paragonati ai nazionalisti serbi.
    Non si può ridurre tutto a una questione di destra e sinistra, c’è un’enorme differenza tra l’ideologia nazista che voleva cremare tutti quelli che non erano ariani e dei neri che si son rotti le palle di essere picchiati e segregati e decidono di imbracciare le armi.
    Poi io la mia squadra l’avrei chiamata Pata Pata F.C. che mi sembra un nome più carino e perché ho avuto il piacere e l’onore di conoscere la grandissima Mama Africa ma non si possono buttare tutte le cose nello stesso calderone.
    C’è differenza tra chi lotta contro le altrui intolleranze e chi vuole imporre la propria intolleranza agli altri.

       

  120. Jim Tonic November 15th, 2011 at 19:52

    perchè la terra dei cachi, è la terra dei cachi

       

  121. Mucio November 15th, 2011 at 19:52

    devo mandargli un cv

       

  122. trofeissero® November 15th, 2011 at 19:52

    una collaborazione da quei comodi 100.000 annui

       

  123. franconero November 15th, 2011 at 19:57

    black mamba

       

  124. interclaudia November 15th, 2011 at 19:57

    Nono, hai fatto bene a chiarire.
    Lo volevo sapere sul serio perché comunque la versione di questo Alessio mi pareva un po’ edulcorata circa le proprie responsabilità personali.

       

  125. franconero November 15th, 2011 at 19:58

    ma che ce l’hai con me?

    vuoi litigà?

    (io non faccio quelle cose in ascensore come te, non ho l’ascensore)

    add’uopo

       

  126. franconero November 15th, 2011 at 19:59

    che ciai contro i cachi tu?

    son buonissimi, sia i vaniglia duri, sia gli amari al cucchiaino

    eddai

       

  127. franconero November 15th, 2011 at 20:01

    anche se non mi rispondi mai ti do un “mi piace”

    add’uopo

       

  128. Giggioneggio November 15th, 2011 at 20:01

    OT per me 

    1. mi manca il campionato
    2. giusto contro di noi doveva esordire ballardini?
    3. snejider da l’ok e gioca stasera speriamo non si rompa
    4. forlan si può sapere quando dovrebbe rientrare visto che ieri aveva gli esami strumentali
    5. juve merda
    6. juve merda
    7.juve merda

       

  129. interclaudia November 15th, 2011 at 20:03

    Ma se ti rispondo sempre o_O
    Mariti in Brasile non ne ho, se è questo che volevi sapere :D

       

  130. cristiano73 November 15th, 2011 at 20:07

    offro 101 mila euro e me lo metto in giardino

       

  131. giovanni November 15th, 2011 at 20:08

    meraviglioso.

       

  132. Anonymous November 15th, 2011 at 20:12

    Eh già, son proprio cachi amari.

    Ogni riferimento a Sneijder titolare stasera è puramente casuale. :P

       

  133. Anonymous November 15th, 2011 at 20:15

    Beh, buona serata a tutti…
    Cia’  :)

       

  134. DocGonzo November 15th, 2011 at 20:21

    Per me invece questa é la prima pausa per le nazionali da anni a questa parte che accolgo con un sorriso, il campionato ormai é una tortura, mi manca come puó mancarmi essere preso a calci fortissimo nei testicoli (non molto, insomma).

       

  135. Anonymous November 15th, 2011 at 20:22

    RUBENTUS MERDA a tutti i fratelli neroazzurri
    (ho aggiornato il mio classico saluto in base ai tempi che cambiano)

    ho la sensazione che la sentenza di napoli e la testardaggine del porcelli che tra un po’ chiederà i danni pure al Vaticano, faccia cambiare il vento arbitrale….

    nel giro di due settimane, siamo passati da tutti contro l’inter:

    rubentus + figc + mondo pallonaro incluso la classe arbitrale

    a la rubentus contro tutti :

     inter + figc + istituzioni giudiziarie

    se 2+2 fa 4, immagino che le sviste arbitrali verranno fatte/tollerate/giustificate contro la squadra dei 29 ladroni e al contempo non più contro di noi, visto che il passo indietro richiesto da abete era privo di alcun minimo fondamento

    per nostro sommo piacere

       

  136. Nozdrev November 15th, 2011 at 20:29

    E figuriamoci se Wes non decideva comunque di giocare anche da mezzo infortunato, cazzarola.

    M’immagino il “provino” prima della partita : “ciao, mi chiamo wesley sneijder, ho 27 anni, vengo da utrecht e il mio sogno è giocare in premier league”

    Incrociamo le dita.

       

  137. Anonymous November 15th, 2011 at 20:35

    Tabarez non fa giocare suarez sta sera per rispetto del liverpool….mentre noi i nostri li mandiamo sempre al massacro e le rispettive federazioni se ne fottono.

       

  138. Anonymous November 15th, 2011 at 20:35

    Odio le nazionali. Argentina e Olanda in particolare.

       

  139. Mucio November 15th, 2011 at 20:40

    Mi sa che mi vedo Strootman…altro che Osvardo

       

  140. Anonymous November 15th, 2011 at 20:48

    Lo volete capire che è Sneijder che vuole giocare a tutti costi,vista la situazione attuale dell’inter è l’unica vetrina importante in cui si può misurare

       

  141. Mucio November 15th, 2011 at 20:54

    Cazzo è mancino…mi ha già preso un punto al primo stop

       

  142. Mucio November 15th, 2011 at 21:03

    1a0 Mueller, una azione bellissima…

    cmq sono OT datemi un post!

       

  143. prohaskister November 15th, 2011 at 21:07

     dài mucio, stai qui, ormai l’argomento del post si è esaurito, che altro possiamo dire….
    oltretutto è un argomento delicato che ho visto crea divisioni e polemiche,
    da evitare , perchè dobbiamo restare compatti.
    vai col calcio giocato che credo sia più rilassante…

       

  144. Mucio November 15th, 2011 at 21:10

    L’hanno appena ammonito e non ha protestato.

    Kuyt gli ha appena passato un pallone schifoso che non gli è arrivato perchè facilmemente intercettato e non ha sbraccinato…

       

  145. Mucio November 15th, 2011 at 21:15

    2a0 Klose…altra azione molto bella…

    che Germania!

       

  146. trofeissero® November 15th, 2011 at 21:20

    wes leggermente falloso..

       

  147. Mucio November 15th, 2011 at 21:22

    Già, sottotono cmq…ma un pò tutta l’olanda…

    Strootman gioca nel ruolo di Motta…di fianco a Van Bommel nel 4231

       

  148. trofeissero® November 15th, 2011 at 21:23

    quanto vorrei joaquin.. e toni k.

       

  149. Mucio November 15th, 2011 at 21:31

    Tnas incompetente.

       

  150. DocGonzo November 15th, 2011 at 21:32

    Non l’aveva puntato il Direttore?

       

  151. _Paolo November 15th, 2011 at 21:33

    un’altra pernacchia x il monociglio ;)

       

  152. Anonymous November 15th, 2011 at 21:33

    puahaahahahah

       

  153. Nozdrev November 15th, 2011 at 21:34

    quest’anno è meno intemperante, non so se è un buon segno o no.

       

  154. Mucio November 15th, 2011 at 21:34

    Così si dice…io è la prima vola che lo vedo, sembra bravo…però non è la miglior gara per giudicarlo, è un monologo crucco

       

  155. Anonymous November 15th, 2011 at 21:37

    quel deficiente di agnelli meriterebbe solo 433 milioni di calci nel culo!!!

       

  156. Nozdrev November 15th, 2011 at 21:38

    stanno pigliando schiaffi a nastro

       

  157. Anonymous November 15th, 2011 at 21:38

    J**e incompetente

       

  158. interclaudia November 15th, 2011 at 21:39

    Domani gli mando anche io due centesimi e due francobolli, uno per fare ricorso all’Alta Corte dove prenderanno un’altra musata e uno per il TAR che così stavolta si compromettono :D

       

  159. servillo November 15th, 2011 at 21:39

    schiaffi nastro-azzurri

    è un cagata, lo so, era per partecipare

       

  160. servillo November 15th, 2011 at 21:40

    rispondevo a noz

       

  161. Mucio November 15th, 2011 at 21:41

    Servillo incompetente

       

  162. Nozdrev November 15th, 2011 at 21:41

    decoubertiano :)

       

  163. servillo November 15th, 2011 at 21:42

    incredibilmente, stamattina, ho fatto trovare 2 centesimi sulle scrivanie di colleghi diversamente profumati

       

  164. servillo November 15th, 2011 at 21:43

    si può dare il daspo ad monociglio?

       

  165. servillo November 15th, 2011 at 21:43

    ad…

    vabbè

       

  166. Mucio November 15th, 2011 at 21:44

    Monociglio incompetente

       

  167. Anonymous November 15th, 2011 at 21:47

    sembra che il tnas abbia rigettato la richiesta della rube

    http://www.fcinternews.it/?action=read&idnotizia=64086

       

  168. Anonymous November 15th, 2011 at 21:48

    non so più come insultarli (semi cit.)

       

  169. Nozdrev November 15th, 2011 at 21:49

    “Antonio..! Come incompetente?”

       

  170. Mucio November 15th, 2011 at 21:51

    E’ una strage

       

  171. Anonymous November 15th, 2011 at 21:51

    menomale che non ho smesso di fumare

       

  172. trofeissero® November 15th, 2011 at 21:56

    ma la foto che hanno tirato fuori su iorg.?

    e’ da ribaltamento 

       

  173. servillo November 15th, 2011 at 21:59

    disse il cav: tutto è libero tranne ciò che è espressamente vietato

       

  174. servillo November 15th, 2011 at 22:01

    nella fattispecie del nome non c’è reato, quindi il tema non si pone

       

  175. trofeissero® November 15th, 2011 at 22:02

    aaaa come mulina bene…

       

  176. AndreaONE November 15th, 2011 at 22:06

    domanda ot:
    come sta andando stevanovic col Toro? Mi sembra in progresso continuo vero?

       

  177. _nero November 15th, 2011 at 22:08

    Ormai rimanere in topic è un’utopia. Mi rendo conto :)
    Cmq vi ho messo un post per odiare i gobbi adeguatamente :)

       

  178. trofeissero® November 15th, 2011 at 22:09

    nero
     uno di noi

       

  179. Anonymous November 17th, 2011 at 00:00

    Se avessero chiamato la squadra Hakan Sukur avrebbero avuto meno problemi

       

Leave a Reply

Share This

Share this post with your friends!