Inter-Lecce 4-1: buon Alvarez Natale

Posted 21/12/2011 22:51 by with 506 comments

Non è vecchio, non è scandinavo, non ha la barba bianca e non credo sappia pilotare una slitta.

Ma Ricky Alvarez ha dispensato regali e doni a compagni e  tifosi nerazzurri nell’ultimo match di campionato prima di  Natale.

Una prestazione di grande classe, infarcita di colpi di alta scuola, accelerazioni sempre palla al piede come i grandissimi, cross, assist, verticalizzazioni e dulcis in fundo gol al volo da semi infortunato.

L’Inter riesce così ad avere ragione del derelitto Lecce presentatosi a San Siro con il quarto portiere, 10 assenti ed uno schieramento completamente inventato da Cosmi per l’occasione, ma che grazie ai nostri errori  individuali (Motta e Lucio in particolare), a scelte tattiche discutibili di Ranieri e ad un equilibrio di squadra quantomeno precario è riuscito a restare in partita e a sfiorare il colpaccio fino a venti minuti dalla fine.

Ai nerazzurri resta la soddisfazione di aver ulteriormente accorciato il distacco da chi ci precede, sfruttando i pareggi della Lazio e del big match del Friuli. Un bel regalo di Natale per chi immaginava di dover rassegnarsi ad un 2012 senza grandi obiettivi di classifica in serie A.

Ma oltre non è lecito sperare:non siamo una squadra, ci si muove singolarmente e se abbiamo aperto una striscia di successi consecutivi è grazie al grande dislivello sul piano tecnico che grava sulla serie A e ad un pizzico di fortuna (non ho dimenticato Julio Cesar, decisivo anche stasera).

Nota a margine: non ho mai visto colpire 4 pali in 40 minuti. Sembrava una maledizione ed invece era la magia della notte di Alvarez Natale. E’ mancato solo il gol di Forlan: se ritroverà un minimo di brillantezza, con il Milito visto negli ultimi due turni potremo toglierci qualche altra soddisfazione.

SIMONE NICOLETTI

 

Simone Nicoletti

Interista dalla nascita per destino e discendenza. Giornalista nell'anima, fondatore di Iostoconmancini e di FabbricaInter.